mappa_sinistra
foto_pianta
 

FIRMATA L'INTESA TRA RETE CITTÀ SANE, ANCI E FEDERSANITÀ

Il 6 ottobre all'interno dell'Assemblea Nazionale ANCI a Brindisi. Il primo atto da presidente per il neoeletto Graziano Delrio. Un protocollo per sviluppare sinergie comuni per la promozione della salute e di stili di vita sani e sostenibili


 

Brindisi, 6 ottobre 2011 - ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Federsanità e Rete Nazionale Città Sane dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) insieme per mettere la salute dei cittadini al centro delle politiche delle città. Nasce così un coordinamento fra i Comuni aderenti e le Aziende Sanitarie sulle tematiche della prevenzione e dello sviluppo sostenibile in ottemperanza alle linee guida della nuova fase di lavoro della Rete europea OMS. È questo in breve il contenuto del protocollo d'intesa firmato il 6 ottobre in occasione dell'Assemblea Nazionale ANCI da Simona Arletti, Presidente della Rete Nazionale Città Sane OMS, Angelo Lino Del Favero, Presidente di Federsanità/ANCI e Graziano Delrio, sindaco di Reggio Emilia e neoeletto Presidente di ANCI.

Scarica il protocollo d'intesa

Firma anci1

In base al documento un rappresentante della Rete Città Sane OMS parteciperà agli incontri periodici della Commissione Affari Sociali e Welfare di Anci per valutare insieme lo sviluppo di politiche comuni che possano favorire un miglioramento del benessere della popolazione. Inoltre, saranno condivise azioni come le celebrazioni delle giornate mondiali OMS, il Meeting nazionale, il premio “Oscar della Salute” - con cui ogni anno si premiano le città che hanno presentato i progetti e le buone pratiche più meritevoli e innovative sui temi della salute - , le giornate annuali di formazione per gli amministratori e i tecnici, i progetti su temi come la donazione di organi, sangue e tessuti, allenamento del cuore e della memoria, le città sane dei bambini, etc.

firma anci 2

“L'obiettivo è quello di avviare forme collaborative a sostegno delle attività degli Enti Locali proprio in un momento in cui la crisi economica rende sempre più difficile l’impegno pubblico sulle politiche di prevenzione dirette alla comunità” spiega Simona Arletti “sarebbe infatti un grave errore ridurre gli investimenti in azioni e progetti orientati alla tutela della salute in quanto, secondo l’OMS, solo in questo modo è possibile produrre un risparmio in termini di spesa sanitaria nel lungo periodo”.

 

 

Rete  Nazionale Città Sane OMS - Nata nel 1995 e composta, ad oggi, da 72 città italiane, la Rete è una delle iniziative promosse dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), per aiutare le città a diffondere la consapevolezza della salute pubblica, sviluppare le politiche locali ed i programmi sanitari, prevenire e superare le minacce ed i rischi per la salute, anticipare le sfide future.

bottone_verde login