mappa_sinistra
foto_pianta
 

L’OSCAR DELLA SALUTE 2012 VA AL COMUNE DI PAVIA PER “MENO ALCOL PIÚ VITA”

Cerimonia svoltasi l'11 maggio a Venezia all'interno del Meeting Nazionale 2012 della Rete Città Sane OMS. Gli altri riconoscimenti a Pesaro, Cuccaro Vetere, Modena e Foggia.

Si chiama “Meno Alcol più vita” il progetto del Comune di Pavia vincitore della quinta edizione dell’Oscar della Salute promosso dalla Rete Nazionale Città Sane OMS. La premiazione è avvenuta a Venezia l’11 maggio durante il Meeting Nazionale della Rete dedicato al tema “Il Welfare come risposta alla crisi”. Il progetto si propone di affrontare il tema dell’abuso d’alcol da parte dei minori e nasce dall’attenzione rivolta dall’amministrazione comunale sul tema nel 2009 dopo averne rilevato l’incremento tra i ragazzi. Si è sviluppato in una prima parte di indagine sulla percezione dei rischi correlati all’alcol che ha coinvolto sette scuole secondarie di primo e secondo grado e tre circoli didattici della scuola primaria. Tra il 2010 e il 2011 è stato prodotto un libro edito da Rai Eri e promosso dal Segretariato Sociale della Rai dal titolo “Meno alcol più vita” a cui si sono affiancati dei laboratori che utilizzavano la peer education per parlare ai ragazzi del pericolo della dipendenza da alcol.

 

Da sx: Rodolfo Faldini, assessore del Comune di Pavia, Simona Arletti, Presidente Rete Italiana Città Sane OMS e Bruno Centanini, consigliere delegato Città Sane del Comune di Venezia

Le menzioni speciali sono andate ai Comuni di: Foggia per “Tempi e spazi per una città vivibile”; Cuccaro Vetere (SA) per “Se non differenzi…che asino sei!”; Modena “Progetto Benessere Dipendenti”; Pesaro “Malattie cardiovascolari: alleanza tra le istituzioni e il volontariato per diminuire le disuguaglianze di salute e stimolare stili di vita sani”.

 

Il progetto affronta un tema di forte impatto sulla qualità della vita” si legge nella valutazione ufficiale “Tra i punti di forza il coinvolgimento delle istituzioni, gli incontri di restituzione e la metodologia innovativa della Peer education. I soggetti coinvolti e firmatari del protocollo d'intesa sono 20. Apprezzato dai valutatori il tema della consapevolezza e auto-consapevolezza che risulta rilevante su diversi aspetti come ad esempio quello della salute dei giovani, degli incidenti stradali. L'intento è quello di dare un segnale di attenzione al problema dell’alcolismo, da affrontare con delicatezza ma con decisione, in quanto è una questione legata ai consumi. Anche l’OMS recentemente ha dato un nuovo segnale di attenzione sul tema. Prevenire l’abuso di alcol e adottare strategie politiche efficaci sono i due punti focali del report “Alcohol in the European Union. Consumption, harm and policy approaches” pubblicato dall’OMS Europeo”

 

Diciotto progetti hanno partecipato agli Oscar della Salute 2012 e i responsabili della valutazione sono stati i referenti del Comitato Tecnico della Rete Città Sane OMS con la supervisione della Dott.ssa Bianca Maria Carlozzo, consulente scientifica della Rete. Le aree di valutazione erano quattro: innovazione e originalità del progetto, partecipazione e coinvolgimento dei cittadini, trasferibilità e replicabilità del progetto, rilevanza del progetto.

 

Dal 15 maggio 2012 i progetti saranno disponibili sul sito web www.retecittasane.it

bottone_verde login